stranitalia
 
  Home arrow Articoli in Italiano arrow Abusivismo.
 

Other recent articles
Is Fiumicino Airport at Risk? Inappropriate building materials may have been used.
Italians feel vulnerable to encroaching poverty.
Wettest summer in 35 years
Donor insemination to come to Italy
Sites reopened at Pompeii
Sari's e-book on sale this weekend at Amazon
Alitalia’s fate hangs in the balance.
Berlusconi cannot leave Italy (for now)
Keep an eye on (or rather, in) your bill fold.

 

Abusivismo. PDF Print E-mail
Oct 13, 2013 at 03:07 PM
Pubblicato ne Il Messaggero, 15 settembre 2013

Image "Non si capisce perché l'occupazione di suolo pubblico da parte di attività abusive continui a essere un problema irrisolvibile", diceva il sottosegretario ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni al Messaggero il 23 agosto, riguardo al degrado intorno al Colosseo. Me lo chiedo anch'io perché sembra che il Campidoglio abbia da tempo rinunciato a occuparsene.
E' una situazione che non ha pari nel nostro mondo. A New York gli ambulanti abusivi sono rari; a Parigi non li vedo mai; a Londra idem e a Stoccolma non sanno neanche cosa sia un ambulante abusivo. Invece a Roma, migliaia. Qualche artigiano, ma per lo più venditori di sciarpe dozzinali made in Asia, borse contraffatte, t-shirt ecc. e consola poco se il neo-sindaco Marino ha promesso una sorveglianza speciale per le piazze di rilievo. TUTTO il centro storico deve essere messo al riparo da un'illegalità che crea sporcizia, confusione e rumore. Eppure sarebbe facilissimo a debellare se: 1) fossero dedicate delle risorse sufficienti e 2) i vigili di Roma non fossero romani ma magari bolzanini.
Ne so qualcosa. Ho una casa a Piazza di Sant'Egidio a Trastevere dove per anni avevo sotto le mie finestre, in uno spazio ristrettissimo, fino a 40 bancarelle, una situazione che ha costato la vita a un ambulante siciliano, accoltellato da un rivale romano.
Dopo l'omicidio qualche anno di pace. Ma oggi la mia bella piazzetta sta di nuovo diventando piattaforma commerciale per ambulanti, ora soprattutto stranieri: sudamericani, asiatici e qualche africano. Qualcuno avrebbe un permesso che permette una sosta temporanea sul suolo pubblico. Ma chi controlla? Attualmente, stanno lì dalle 14 a mezzanotte passata o fino a quando non arrivi un vigile o più probabilmente un carabiniere. E poi si nascondono dietro l'angolo fino a pericolo scampato.
Oggi la situazione è incancrenita; una tolleranza eccessiva ha fatto sì che pensano di aver acquisito dei diritti che invece non hanno. Che fare? Primo, chiedere agli ambulanti di esibire i documenti e se non sono in regola agire di conseguenza. Secondo, far pagare ai recidivi multe onerose o sequestrargli la merce. Si. Sono persone che hanno bisogno di lavorare. Ma che trovino - magari con l'aiuto del Comune ? un'altra sistemazione, una che non comporti una concorrenza sleale per i commercianti e che non pregiudichi il mio diritto di vivere in una città pulita, ordinata e sicura.

<Previous   Next>

google



Related items


1

liverome

 

 

 
 
   
   
 
 
5   4
 
petar.org